Protocollo d'intesa RFI-Regione su infrastrutture complementari

Versione stampabileVersione stampabile

Il 23 marzo 2010 è stato ratificato il protocollo d'intesa tra la Regione Veneto e RFI-Rete Ferroviaria Italiana per realizzare i primi interventi strutturali complementari finalizzati a un miglioramento del servizio anche in vista del SFMR.

Tra queste infrastrutture sono comprese anche le cosiddette "corsie di sorpasso" (tecnicamente binari di precedenza) che permettono, ad esempio, ai treni di incrociarsi nelle linee a binario unico permettendo un aumento delle frequenze previste dal SFMR.

Altre infrastrutture previste sono quelle finalizzate alle manovre a alla possibilità di movimenti contemporanei, per favorire l’interscambio ferro–gomma e per ottimizzare la gestione del traffico ferroviario.

Questo protocollo d'intesa fa parte del futuro accordo Regione-Trenitalia le quali gestiranno, tramite una società mista, il trasporto passeggeri regionale.

Nel dettaglio queste sono le infrastrutture complementari previste dal protocollo d'intesa, tratte dal comunicato stampa della Regione Veneto:

"Linea Mestre – Trieste, stazione di Portogruaro (interessata dalla 2^ fase SFMR): posa in opera di 2 binari tronchi per l’attestamento dei treni regionali Venezia/Portogruaro e realizzazione del nuovo ACEI telecomandabile munito di segnalamento basso per la gestione delle manovre e con possibilità di movimenti contemporanei. Costo 5,7 milioni di euro, da finanziare per 1 milione da parte della Regione e per 4,7 milioni a carico di RFI.

Linea Mestre – Trento, stazioni di Noale e Castello di Godego: realizzazione di movimenti contemporanei e aumento velocità deviate da 30 a 60 Km/h. Costo 2,4 milioni di euro, da finanziare per 1,2 milioni da parte della Regione e per 1,2 milioni a carico di RFI.

Linea Conegliano – Ponte nelle Alpi, stazione di Santa Croce al Lago: realizzazione nuovo posto di incrocio (intervento già regolato dal Protocollo d’Intesa).

Linea Milano – Venezia, stazione di Padova Centrale (interessata dalla 1^ fase SFMR), 1ª fase di realizzazione di 2 binari tronchi su fascio metropolitano (interscambio con gomma). Costo 0,8 milioni di euro, interamente a carico della Regione.

Linea Treviso – Portogruaro, tratta Pramaggiore – Portogruaro, realizzazione nuova fermata di Pradipozzo al Km 46+474 (intervento di tipo sperimentale con eventuale integrazione delle strutture eseguite con carattere provvisorio). Costo 0,3 milioni di euro, interamente finanziati a carico della Regione."