Voli sospesi, assalto ai treni

Versione stampabileVersione stampabile

A causa dell'eruzione del vulcano islandese, sono ancora sospesi tutti i voli nell'Europa settentrionale, ed il treno rimane l'unico mezzo di trasporto a lungo raggio ancora utilizzabile.

Purtroppo una nota di Trenitalia informa che non è in grado di far fronte alla domanda di trasporto, soprattutto verso le destinazioni del Nord Europa. Questo anche a causa dei pesantissimi tagli ai colegamenti internazionali praticati negli ultimi anni dalle ferrovie italiane, ovvero l'azzeramento dei collegamenti NordEst - Slovenia (EC "Casanova") e l'azzeramento totale dei collegamenti diurni con l'Austria (EC "Johann Strauss"), con la precisazione che i suddetti treni in Austria e Slovenia continuano a circolare arrestandosi però al confine; non esiste infatti alcuna "congestione del traffico ferroviario in tutta Europa", anzi le ferrovie tedesche e austriache stanno lavorando per potenziare con mezzi propri i collegamenti ferroviari da e per l'Italia.

I viaggiatori veneti diretti in Austria o Germania possono trovare posto proprio sui treni Eurocity delle ferrovie tedesche DB, ancora prenotabili dato che le normali biglietterie FS non propongono questo tipo di treni. Ci sono corse quotidiane da Verona verso Innsbruck e Monaco, con diramazioni "interne" su Bologna e Milano. Maggiori informazioni su orari, prezzi e promozioni sul sito ufficiale http://www.bahn.com/i/view/ITA/it/index.shtml dove è possibile prenotare ed acquistare da casa propria.