Proseguono i lavori sui binari di Venezia Mestre

Versione stampabileVersione stampabile

Si sta concludendo in questi giorni la seconda fase dei lavori relativi alla sistemazione dei binari nell’ambito della stazione di Venezia Mestre. Infatti, nel corso del prossimo weekend sono previsti gli ultimi ritocchi e l’attivazione dei nuovi binari, con alcune variazioni nella circolazione dei treni.

Le modifiche più importanti riguardano:
• l’allacciamento in corretto tracciato della linea Storica per Padova/Milano al binario 9, in analogia a quanto già previsto per il binario 10, e la loro prosecuzione in corretto tracciato sulla linea Ponte Vecchio verso Venezia;
• il collegamento in percorso deviato alla linea Ponte Vecchio dei binari 3 e 4, di corsa della linea Alta Velocità (prima collegati in corretto tracciato);
• la possibilità di accedere solamente ai binari dall’1 all’8 provenendo da Venezia Santa Lucia sulla linea Ponte Nuovo;
Altre migliorie riguardano i binari secondari e i raccordi per i fasci di binari per la zona industriale di Porto Marghera e per il deposito dei treni. Inoltre viene modificato anche il segnalamento in molti punti della stazione.

Innesto della storica da Padova Segnale di partenza binario 9 Nuovo Fascio Rigoni Piano del ferro lato Venezia

In questa maniera sarà possibile velocizzare le manovre di ingresso e uscita dei treni nella stazione e rendere indipendenti i vari percorsi, evitando le frequenti attese in attesa che si liberi il binario. Ricordiamo, infatti, che lo scopo finale di questi lavori è la separazione dei flussi, vale a dire dedicare una coppia di binari per ognuna delle possibili destinazioni servite.

Per consentire le ultime operazioni relative a questo importante cambio di assetto della stazione di Venezia Mestre, nel corso di sabato 8 maggio sono previsti modifiche alla circolazione dei treni (in particolare limitazioni di percorso fra Venezia Mestre e Venezia Santa Lucia, fermate straordinarie a Venezia Porto Marghera e ritardi che potranno arrivare fino a 10 minuti). Per il programma dettagliato delle modifiche, invitiamo a prendere visione del link riportato qui sotto, direttamente sul sito di Trenitalia.