RFI, la Regione Friuli accelera l'iter per la nuova stazione di Ronchi Aeroporto

Versione stampabileVersione stampabile

Trieste, 03 dic - Nel 2003 l'Aeroporto FVG spa presentò pubblicamente lo studio di fattibilità ed il progetto preliminare per la realizzazione del nuovo Polo intermodale connesso allo scalo aeroportuale di Ronchi dei Legionari.
Oggi la Regione, con una "generalità" presentata alla Giunta del Friuli Venezia Giulia dall'assessore alla Viabilità e Trasporti Riccardo Riccardi, "ha ritenuto opportuno - come conferma lo stesso Riccardi - accelerare l'avvio della costruzione di questo Polo 'aeroporto-stazione ferroviaria-autostazione' proponendo a Provincia di Gorizia, Comune di Ronchi dei Legionari, RFI-Rete ferroviaria italiana e società Aeroporto spa la firma di una convenzione per condividere le modalità operative, che di fatto mancavano, per la realizzazione di un'opera che tutti condividiamo essere strategica".
Il testo della Convenzione che la Giunta ha oggi approvato individua come "soggetto attuatore" dell'intervento la società Aeroporto FVG spa, che dovrà predisporre la variante dello strumento urbanistico e in particolare progettare e realizzare la viabilità interna, i parcheggi ed i collegamenti di connessione tra lo scalo ed il "blocco" autostazione-fermata FS, cioè le opere infrastrutturali che non sono di competenza della Provincia e di RFI.
L'Amministrazione provinciale di Gorizia sarà invece chiamata a progettare e realizzare l'autostazione, mentre RFI dovrà progettare e costruire la nuova fermata ferroviaria di "Ronchi Aeroporto".
Al Comune di Ronchi viene poi affidato il compito di collaborare con Aeroporto FVG per la predisposizione della variante urbanistica, con l'obbligo di sottoporre all'approvazione del Consiglio comunale tale variante "entro 60 giorni dalla consegna degli elaborati".
La convenzione stabilisce inoltre che i firmatari devono aggiornare lo studio di fattibilità e progettazione preliminare del 2003 tenendo soprattutto conto delle osservazioni dei Comuni di Ronchi, di Monfalcone e di San Canzian d'Isonzo.
Disponibili per quest'operazione, conferma l'assessore Riccardi, 5,5 milioni di euro per le attività progettuali e di realizzazione da parte di Aeroporto FVG e 0,5 milioni di euro per quelle di RFI mentre ricorda anche che per la realizzazione del Polo intermodale risultano già impegnati oltre 2 milioni di euro a favore del Comune di Ronchi e 1,244 milioni di euro per la Provincia di Gorizia (progettazione e realizzazione dell'autostazione).
ARC/RM

Fonte: Ufficio stampa giunta regionale del Friuli Venezia Giulia