Ristrutturazione del nodo di Mestre

Versione stampabileVersione stampabile

Il nodo di Mestre è il principale nodo ferroviario del Veneto Orientale; ad esso fanno capo tutte le linee a lunga percorrenza della Regione, con una struttura che è praticamente quella di una stazione di testa.

Dal 2007 sono iniziati dei lavori di specializzazione dei binari di stazione; in pratica ad ogni direzione corrisponderà una coppia di binari, questo dovrebbe ridurre di molto le interferenze reciproche fra i vari treni in arrivo/partenza.

Lo schema di stazione, a lavori completati, dovrebbe essere il seguente:

  • binari 1 e 2: treni da/per Portogruaro e Trieste
  • binari 3 e 4: treni da/per Treviso e Udine
  • binari 5 e 6: treni da/per Padova e Bologna o Milano (alta capacità AV/AC)
  • binari 7, 8 e 9: treni da/per Padova e Bologna o Milano (linea storica)
  • binari 10 e 11: treni da/per Castelfranco e Bassano
  • binari 12 e 13: treni da/per Adria

I lavori sono stati completati per i binari "alti" (10-13), sono in corso gli spostamenti della linea storica per Padova.

Una volta conclusi i lavori, molti problemi scompariranno. Ad esempio non ci saranno più le croniche confusioni al binario 2, con una mescolanza di treni per Portogruaro, Udine e Calalzo: le ultime due destinazioni partiranno dal binario 4.

Inoltre i binari per Udine e per Trieste, che oggi hanno il primo kilometro in comune, saranno separati; in questo modo i treni in ingresso a Mestre non dovranno più fermarsi per "dare la precedenza" ad un altro treno che sta entrando o uscendo, evitando così almeno parte dei quotidiani ritardi subiti dai pendolari. L'inizio di questi lavori è previsto per il 2010, con conclusione durante il 2011.