Trenitalia, nuovo impianto manutentivo a Verona

Versione stampabileVersione stampabile

VERONA - Inaugurato il 9 ottobre un nuovo impianto manutentivo per i convogli regionali di Trenitalia.

Si è svolta nella mattinata dello scorso 9 ottobre la cerimonia di inaugurazione del nuovo impianto manutentivo per i convogli regionali costruito da Trenitalia presso la stazione di Verona Porta Nuova. Presenti l'assessore alle politiche della mobilità del Veneto Renato Chisso, la responsabile della direzione regionale di Trenitalia Maria Giaconìa, le maestranze, le OO.SS. ed altri dirigenti locali delle Ferrovie dello Stato.

Lo stabilimento è lungo 365 metri e largo 15, occupando una superficie complessiva di 5.500 metri quadri; dispone di due binari e vi possono sostare ed essere controllati contemporaneamente quattro treni Vivalto. I due binari sono posati su colonnine e dispongono di una fossa di visita per la manutenzione delle parti posizionate sotto la cassa dei convogli. Fra gli impianti a disposizione vi sono due gru a ponte della portata di due tonnellate e quattro piattaforme mobili che permettono interventi di manutenzione a varie altezze. Completano la dotazione moderne condizioni di sicurezza e pannelli informativi ad uso del personale.

L'investimento complessivo ammonta a 5 milioni di euro e vede impiegati 35 lavoratori occupati nelle 24 ore, per poter effettuare la manutenzione di sei treni completi al giorno; si prevede che questo ritmo di lavorazione consentirà di avere in circolazione 2 treni in più nell’arco di ogni giornata.

Salgono quindi a tre i siti in cui Trenitalia concentra la manutenzione dei convogli regionali; il nuovo capannone di Verona Porta Nuova, dedicato ai rotabili di tipo Vivalto e Medie Distanze, si affianca all'esistente officina di Treviso, specializzata nelle lavorazioni dei mezzi diesel. Il terzo impianto è quello in via di ultimazione a Mestre, che dovrebbe essere inaugurato in Novembre dopo una spesa di 3 milioni di euro, dove verranno ricoverati i nuovi convogli Stadler ordinati dalla Regione Veneto e di proprietà dell'impresa regionale Sistemi Territoriali. Allo studio anche la costruzione di un quarto centro manutentivo per i locomotori.


L'assessore regionale Renato Chisso (a sinistra) e la Direttrice Regionale Trenitalia Ing. Maria Giaconia (al centro) all'interno del nuovo impianto (foto Regione Veneto)