Cadore, rinviato lo spettro della chiusura

Versione stampabileVersione stampabile

BELLUNO - Dopo le misteriose soppressioni dei mesi scorsi, Trenitalia aveva promesso che il servizio sarebbe ripartito il 15 di novembre, e così è stato... ma la situazione è ben lontana dall'essere "buona" in tutto il territorio bellunese.

Riportiamo a titolo di esempio un recentissimo comunicato dell'ARV - Agenzia stampa della Regione Veneto, a proposito dei disservizi ferroviari nell'alto Veneto. L'orario invernale è alle porte...

17 novembre 2010

Ferrovie: Marotta (IdV), collegamenti con il Bellunese ai limiti della sopportazione umana

Venezia - "Anche ieri e l'altro ieri molti nostri concittadini hanno vissuto tutti i disagi causati dalla drammatica situazione del trasporto ferroviario locale soprattutto nelle tratte da e per il Bellunese". Lo afferma, in una nota, Gennaro Marotta , consigliere regionale di Italia dei Valori, che prosegue: "Mi è stato segnalato che l'altro ieri il treno delle 14.35 da Conegliano si è bloccato dopo la stazione di Nove, perchè le ruote slittavano sui binari bagnati. Il convoglio è quindi ritornato a marcia indietro fino a Vittorio Veneto. Inoltre negli ultimi due giorni ben due treni sulla linea Belluno-Padova sono stati soppressi, senza che fossero previste corse sostitutive". "Tutto questo è ai limiti della sopportazione umana - conclude Marotta - sembra di vivere certe scene dei film alla Indiana Jones ma, purtroppo, non c'è niente da ridere. Chiedo con forza all'assessore regionale Chisso di verificare la situazione e di intervenire quanto prima, per riportare il trasporto ferroviario bellunese nell'Europa del 2010".