Cadenzato Veneto, gli orari ce li dicono i Tedeschi! (agg. 28/11/13)

Versione stampabileVersione stampabile

L'orario è pronto ma Regione e Trenitalia lo tengono nascosto e noi dobbiamo conoscerlo dalle Ferrovie Tedesche!

A 20 giorni dall'entrata in vigore del nuovo orario cadenzato, continua lo scandaloso silenzio da parte della Regione Veneto e di Trenitalia. Non un manifesto, non un sito ufficiale, neppure un allegato da scaricare da qualche parte: quella che è pomposamente definita la "rivoluzione copernicana" dei trasporti su ferro viene gelosamente tenuta nascosta ai cittadini.

Nessuno dà informazioni ufficiali, i responsabili colpevolmente tacciono. I pendolari che devono rinnovare gli abbonamenti ancora non sanno se avranno o no un treno che li porterà in tempo al lavoro; cosa che peraltro non è affatto scontata visto il massiccio taglio generalizzato di quasi tutti i collegamenti dopo le 22.

Eppure gli orari sono pronti, tant'è che RFI li ha già consegnati ufficialmente alle ferrovie estere perchè li pubblichino insieme a quelli europei; in particolare tutti i cittadini veneti possono provare a cercare gli orari della propria linea usando la versione italiana del sito delle Ferrovie Tedesche (Deutsche Bahn).

Ecco un esempio per la sera del 16 dicembre 2013:


Il nuovo orario cadenzato entrerà in vigore il 15 Dicembre; al 25 di Novembre ancora Regione Veneto e Trenitalia non hanno pubblicato niente di ufficiale, mentre le ferrovie tedesche hanno già ricevuto da RFI gli orari italiani da mostrare sul proprio portale.

Oltre alla vergogna di dover conoscere gli orari di casa nostra dai siti delle ferrovie estere, spicca generalizzata la mattanza di treni serali e notturni, sia veloci che lenti. Dopo le 22 il servizio regionale di fatto chiude, sostituito da sporadiche autocorse sostitutive.

Non solo quindi continua la politica Regione/Trenitalia di evitare al massimo il confronto e mantenere il silenzio su tutte le decisioni da prendere, ma continua anche la filosofia di autosostituzione dei servizi serali, con autobus scomodi e lenti che non danno nessuna garanzia di puntualità come ampiamente dimostrato in passato.

Tutto questo anche perchè il personale di Trenitalia dopo le 22 costa di più (art.28 §1.9): gli orari di servizio dovrebbero adeguarsi alle esigenze dei cittadini, invece gli amministratori puntano al massimo risparmio. Se il lavoratore in turno di notte ha diritto all'indennità, la Regione e Trenitalia tagliano il turno di notte, semplicemente.
E così il servizio si effettua non quando serve, ma solo quando costa meno.

Forse è questo che la Regione e Trenitalia hanno paura di mostrarci?

Per fortuna esistono le ferrovie estere...

Nota bene: varie fonti ci avvisano che gli orari pubblicati sui siti esteri potrebbero essere incompleti perchè ancora in fase di caricamento; inoltre potrebbero esserci variazioni all'ultimo momento. Non saranno orari completi, ma sono gli unici finora pubblicati su un sito ufficiale ferroviario...


Le Ferrovie Tedesche pubblicano gli orari italiani, Trenitalia no. Troppo difficile? Forse per Gennaio...


Aggiornamento del 26/11/13: dalla sede Romana di Trenitalia precisano che quelli disponibili online sarebbero "alcuni dati provvisori che sono stati inseriti, per un errore tecnico di Trenitalia, nel sistema informatico ferroviario internazionale" e che gli orari ufficiali saranno disponibili entro il prossimo 28 Novembre.

Aggiornamento del 27/11/13: ci è stata segnalata una ingiusta ambiguità nel citare il CCNL e gli accordi sindacali. Ovviamente nessun sindacato ha mai chiesto il taglio delle corse; il paragrafo è stato modificato per meglio chiarire il punto di vista dell'autore. Ci scusiamo con i lettori per l'imprecisione.

Aggiornamento del 27/11/13: a seguito di una nostra richiesta, ci è giunta una precisazione ufficiale da parte di Deutsche Bahn.

Aggiornamento del 28/11/13: gli orari ufficiali sono stati finalmente caricati sul sito web di Trenitalia. Stiamo controllando se ci sono tutti, per il momento sembrano confermare quanto già pubblicato da Deutsche Bahn nei giorni scorsi. Ci voleva così tanto? Se li avessero caricati per tempo, come fanno tutte le altre amministrazioni europee, ci saremmo risparmiati tutto questo clamore.